Colibrì becco a spada (Ensifera Ensifera)

Il colibrì becco a spada (nome scientifico: Esifera Ensifera) è una specie di colibrì della famiglia Trochilidae che vive nel Sud America. È l'unica specie del genere Ensifera.

Etimologia

Il termine "Ensifera" deriva dal latino e significa "portatore di spada", in riferimento al suo lungo e sottile becco.

Descrizione

E' uno dei più grandi colibrì e misura tra 22 e 25 cm: 14 cm per il corpo e la coda e almeno 8 cm per il becco. E' l'unica specie di uccelli in tutto il mondo ad avere il becco più lungo del corpo. Pesa 12 grammi in media.


Un colibrì becco a spada.

Il colibrì becco a spada ha una coda biforcuta e lunga. Il suo piumaggio è prevalentemente verde iridescente, che diventa verde-oliva sulla testa e sulla gola del maschio. Ha una macchia bianca dietro l'occhio. La coda e le ali sono bruno-rossastro. La femmina ha la gola e la pancia macchiate di bianco. Il becco è grigio, stretta e leggermente ricurvo verso l'alto. Le sue zampe sono rosate.


Comportamento
Alimentazione

Il becco è adatto a raggiungere il nettare dei fiori lungo la corolla tubolare, questa specie è spesso l'unica in grado di farlo. La specie Passiflora mixta è totalmente dipendente dal colibrì becco a spada per l'impollinazione. Anche piccoli insetti e ragni sono una parte importante della loro dieta, soprattutto durante la stagione riproduttiva. I maschi vegliano sulle loro aree di alimentazione e sono particolarmente aggressivi nei confronti di altri colibrì o altre specie nettarivore: farfalle, calabroni, etc.


Riproduzione

Come altri colibrì, la femmina fa il nido, fatto di fibre vegetali e animali (piume, peli) che assembla con ragnatele, e si occupa da sola della covata. La deposizione delle uova consiste generalmente di due uova bianche. I pulcini vengono nutriti con insetti predigeriti.


Habitat e distribuzione geografica

Il colibrì becco a spada vive nelle foreste pluviali delle montagne, nei boschi o principalmente ai bordi della foresta. Si trova di solito oltre i 2500 m di altitudine. La sua gamma si estende per tutte le Ande tropicali tra Venezuela occidentale e Bolivia centrale, in Colombia, Ecuador e Perù.


Stato di conservazione

La popolazione di questa specie non ha alcun censimento ufficiale, ma sembra che sia stabile e non vi sia ancora alcun calo in tutta la zona, per cui è classificata come poco minacciata dallo IUCN.

Fonte: Colibri porte-épée - Wikipédia (traduzione)