Farfalla monarca (Danaus plexippus)

La farfalla monarca (nome scientifico: Danaus plexippus) è un insetto lepidottero della famiglia Nymphalidae, della sotto-famiglia Danainae e del genere Danaus.

Si tratta di una farfalla migratrice, molto famosa in America perché milioni di individui migrano in gruppo per oltre 4000 chilometri, due volte l'anno, da agosto a ottobre a sud (soprattutto in Messico), e in primavera verso nord.

Descrizione

La farfalla monarca è di colore arancione venato e bordato di nero, l'apice e il bordo delle ali sono adornati con macchie bianche. La superficie dorsale dell'ala posteriore del maschio ha una macchia supplementare, assente nella femmina, essendo quest'ultima più marrone.
Una farfalla monarca.
È una grande farfalla con un'apertura alare che va dai 8,6 ai 12,4 cm e pesa circa 0,5 grammi.
Il bruco è molto colorato, con fasce di colore bianco, nero e giallo. Ha due paia di filamenti carnosi neri, una coppia appena dietro la testa, l'altra nella parte posteriore del corpo. Il bruco misura 10,2 centimetri e pesa 12.9 mg.


Foto (c)2006 Derek Ramsey (Ram-Man) — GFDL 1.2

Biologia

Si tratta di una farfalla molto colorata, sia nello stadio larvale (bruco) che nella fase finale (farfalla). Questi colori dovrebbero essere un segnale per i potenziali predatori, fenomeno chiamato aposematismo. Le uova sono deposte sulle piante del genere Asclepias, che contengono alcaloidi e cardenolidi tossici per molti animali, ma non per la farfalla monarca. Dopo la nascita dall'uovo, la larva consuma le foglie di Asclepias, immagazzina i cardenolidi (uno steroide), che la rendono indigesta per i suoi predatori vertebrati, soprattutto gli uccelli.

La farfalla monarca migra da aprile ad ottobre ed ha una fase di diapausa dalla fine dell'autunno a primavera.

Distribuzione e habitat

Specie ubiquitaria, è presente in tutto il Sud America e in tutto il Nord America, Canarie, Australia, Nuova Zelanda, Nuova Guinea, Nuova Caledonia fino alle isole Mascarene.
In Europa, è migratore occasionale nelle Azzorre e migratore eccezionale in Portogallo, Francia, Gran Bretagna e Irlanda.
I suoi habitat sono diversi, a seconda della stagione, ma passa l'inverno nelle foreste di abeti sacri dello stato di Michoacán, in Messico.

Migrazione

Uno degli aspetti più curiosi della migrazione delle farfalle monarca è che il loro viaggio da sud a nord è fatto da gruppi di diverse generazioni, mentre il viaggio da nord a sud è di una sola generazione. Le farfalle nate in autunno entrano in una fase di diapausa, che permette loro di sopravvivere alla stagione invernale. Ciò consentirà loro di migrare dalla regione dei Grandi Laghi e del sud della California per lo stato di Michoacán in Messico, dove potranno vivere in uno stato di inattività (diapausa) nei boschi di abeti sacri. Le farfalle monarca sono presenti in numero così grande che a volte non si può distinguere nemmeno un po' di corteccia degli alberi sui quali si posano.
Le farfalle monarca si riuniscono in sciami di notte e prendono il volo durante il giorno, se la temperatura è abbastanza alta.
Tutto questo ciclo è necessario per prendere le forze per la riproduzione che si terrà a marzo, poco prima di ripartire per il nord. Il viaggio verso nord riguarda quindi diverse generazioni.
Le ragioni di questa migrazione e di come le farfalle si trovino nello stesso luogo con i loro predecessori, restano in parte un enigma. Sappiamo che la farfalla monarca utilizza il sole come una sorta di bussola situata nel loro cervello e degli "orologi naturali" situati nelle loro antenne. I ricercatori hanno dimostrato che una leggera diminuzione della temperatura è il segnale per avviare la migrazione verso nord.

Sottospecie

Danaaus plexippus plexippus presente in Nord America.
Danaus plexippus leucogyne presente a Saint Thomas (isola caraibica) .
Danaus plexippus megalippe presente in Sud America.
Danaus plexippus nigrippus presente in Ecuador.
Danao plexippus portoricensis presente in Porto Rico.
Danaus plexippus tobagi che è una specie sedentaria nelle Antille.
Fonte: Monarque (papillon) - Wikipedia (parziale traduzione)