La Caatinga Brasiliana

La caatinga è un tipo di vegetazione deserta, ed una ecoregione caratterizzata da questa vegetazione nella parte interna del nordest del Brasile. Il nome "caatinga" è una parola Tupi che significa "foresta bianca" o "vegetazione bianca" (Caa = foresta, vegetazione; tinga = bianco).


La caatinga è una foresta di spine a macchie, costituita principalmente da piccoli alberi spinosi che perdono le foglie stagionalmente. Cactus, piante a gambo spesso, piante spinose ed erbe aride ne fanno parte. Molte piante annuali crescono, fioriscono e muoiono durante la breve stagione delle piogge.

La caatinga ricade interamente all'interno della zona tropicale della terra ed è una delle 6 principali ecoregioni del Brasile, tra cui: bacino amazzonico, Pantanal, Cerrado, Caatinga, Foresta Atlantica e Pampas. Si estende su 850.000 km², quasi il 10% del territorio del Brasile. E' sede di 26 milioni di persone e più di 2.000 specie di piante vascolari, pesci, rettili, anfibi, uccelli e mammiferi.


Caatinga in Pernambuco, Brasile.

Geografia

La caatinga copre la parte interna del Brasile nord-orientale al confine con la costa atlantica (ad eccezione di una frangia di foresta atlantica). Si estende in otto stati del Brasile: Piauí, Ceará, Rio Grande do Norte, Paraíba, Pernambuco, Alagoas, Sergipe, Bahia, e parti di Minas Gerais, ed il punto più a sud est di Rio de Janeiro a Cabo Frio. La caatinga comprende diverse enclave di foresta tropicale umida.


La caatinga è delimitata dalle foreste Maranhão Babaçu a nord-ovest, le foreste secche atlantiche e le savane del Cerrado a ovest e sud-ovest, le foreste atlantiche umide lungo la costa atlantica a est, e dall'Oceano Atlantico a nord e nord-est.



La caatinga comprende 850.000 km², circa il 10% della superficie del Brasile. In confronto, è più di nove volte la superficie del Portogallo, da dove vennero i primi colonizzatori europei, e il 20% più grande dello stato americano del Texas.


Clima

La caatinga ha solo due stagioni distinguibili. Queste sono l'inverno, quando è molto caldo e secco, e l'estate quando è caldo e piovoso. Durante i periodi secchi invernali non ci sono foglie o sottobosco. La vegetazione è molto secca e le radici cominciano a sporgere attraverso la superficie del terreno pietroso. Lo fanno per assorbire acqua prima che evapori. Tutte le foglie cadono dagli alberi per ridurre la traspirazione, riducendo così la quantità di acqua che si perde nella stagione secca. Durante i periodi di picco della siccità, il terreno può raggiungere temperature fino a 60° C. Durante i periodi di siccità, con tutto il fogliame morto e tutti gli alberi senza foglie, la caatinga ha un colore giallo-grigio, come il deserto.


La caatinga è un luogo molto secco del Brasile, con frequente siccità. La siccità si conclude di solito in dicembre o gennaio, quando la stagione delle piogge inizia. Subito dopo le prime piogge, il grigio, desertico paesaggio comincia a trasformarsi e diventa completamente verde nel giro di pochi giorni. Piccole piante iniziano a crescere nel terreno umido e agli alberi ricrescono le foglie. In questo momento, i fiumi che erano perlopiù asciutti durante gli ultimi 6 o 7 mesi, iniziano a riempirsi e le correnti iniziano a scorrere.


Ecologia 


La caatinga ospita un biota unico, con migliaia di specie endemiche. Contiene oltre 1.000 specie di piante vascolari, oltre 187 specie di api, 240 specie di pesci, 167 di rettili e anfibi, 516 di uccelli e 148 specie di mammiferi, con livelli di endemismo che variano dal 9 per cento negli uccelli al 57 per cento nei pesci.


Vegetazione


La caatinga non corrisponde ad un unico tipo di vegetazione, ma è un ampio mosaico di diversi tipi di vegetazione. Verso la costa, è costituita dai resti della Foresta Atlantica (Mata Atlantica); verso l'interno, si fonde con il cerrado. Intervallate con le caatinga vi sono regioni montagnose molto più umide, contenenti elementi dell'Atlantico e della foresta amazzonica, con alberi dal fusto alto 30-35 m.


Le caratteristiche generali della caatinga includono la perdita totale delle foglie durante la stagione secca, foglie piccole e strette, intense ramificazioni degli alberi a partire dalla base. La maggior parte degli autori riconoscono due tipi principali di caatinga: quella secca ("sertão") che si trova nella parte più interna, quella più umida ("agreste") verso la costa. 


Fauna


La caatinga ospita circa 50 specie endemiche di uccelli, tra cui l'ara indaco (Anodorhynchus leari), l'ara di Spix (Cyanopsitta spixii) e il parrocchetto della caatinga (Eupsittula cactorum).


Specie di mammiferi endemiche includono:


- undici roditori;

- un primate: il callicebo di Barbara Brown (Callicebus barbarabrownae);
- due pipistrelli: lo Xeronycteris vieirai e il Chiroderma salvini.

Sfruttamento economico


Le persone usano molte specie di piante provenienti dalla regione delle caatinga. Le palme sono molto importanti per l'economia nel nord-est del Brasile. Le persone provenienti da questa zona sono fortemente dipendenti dall'estrazione da babassu, carnauba, tucum e macauba, da cui sono realizzati l'olio oleico e laurico. Molti alberi sono utilizzati anche per il legname, tra cui queste specie: Anadenanthera macrocarpa, Ziziphus Joazeiro, Amburana cearensis, Astronium fraxinifolium, Astronium urundeuva, Handroanthus impetiginosus, Tabebuia caraiba e Schinopsis brasiliensis, Cedrela odorata, Dalbergia variabilis, Didymopanax morototoni e Pithecellobium polycephalum. Alcune piante sono utilizzate anche per scopi medici. 


La meliponicultura per la produzione di miele è un'attività ben sviluppata e tradizionale della regione. Una delle specie più produttive, la Melipona subnitida, conosciuta localmente come Jandaíra, produce fino a 6 litri l'anno, con conseguente profitto economico per la popolazione.


Circa 26 milioni di persone vivono nella regione delle caatinga, e sono considerate tra gli abitanti più poveri del Brasile. Una grande parte della popolazione dipende dalle industrie agricole o forestali per più della metà del loro reddito. Ci sono poche fonti di acqua potabile, e la raccolta è difficile a causa della pioggia irregolare.


Agricoltura


Lungo fiume São Francisco, la caatinga ha un terreno molto fertile. Gli abitanti piantano alberi da frutto nel terreno fertile per mangiare, vendere ed esportare. Le aziende agricole lungo il fiume São Francisco nei comuni di Petrolina e Juazeiro esportano uva, papaia e meloni. Nonostante la fertilità, molti agricoltori guadagnano meno di un dollaro al giorno.


Irrigazione


Alcune regioni sono irrigate, in particolare attorno al fiume São Francisco. Questa è una buona notizia per alcuni agricoltori, ma ha anche avuto gravi conseguenze per le persone che hanno sempre dipeso dal flusso naturale del fiume. Le grandi dighe hanno messo fine alle inondazioni nella stagione delle piogge, che diffondevano fango fertile sui campi creando una ricca terra che potrebbe essere utilizzata per l'agricoltura durante la stagione secca. La salinizzazione del suolo sta diventando una minaccia dal momento che vaste aree della terra sono irrigate con acqua salina, sterilizzando così il terreno.


Deforestazione



Utilizzare tutte queste risorse ha alcuni aspetti negativi. L'agricoltura intensiva, insieme al pascolo intensivo di bovini e caprini, sta interessando la struttura della popolazione di alcune specie vegetali e animali importanti. Il disboscamento per usi industriali, come la produzione di combustibili e carbone, distrugge la vegetazione. La combinazione di siccità e abuso della terra sta diventando una seria minaccia. La raccolta della legna per il legname ha ridotto le dimensioni dei boschi. Questa riduzione può aver contribuito alla messa in pericolo dell'ara di Spix.



Fonte: Caatinga - Wikipedia (traduzione parziale)

Foto di Sergio Sertão - http://cedro.orgfree.com/, FAL